Frida Kahlo. Fotografie di Leo Matiz

Frida Kahlo. Fotografie di Leo Matiz

Frida Kahlo. Fotografie di Leo Matiz

Mostra dal 14/01 al 28/02

È impossibile visitare senza entusiasmo la mostra. La verità è che Leo Matiz (fotografo, caricaturista, pittore etc.) con le 35 fotografie ora esposte alla Galleria ONO Arte Contemporanea di Bologna, ha voluto raccontare il vissuto di una pittrice clamorosa, indiscutibilmente una delle più affascinanti nella storia del XX secolo. E dunque: Frida Kahlo. Musa e un po’ diva. Simbolo dell’avanguardia e dell’esuberanza artistica della cultura messicana.

Le fotografie acquistano un valore inedito, non solo perché ritraggono Frida nel suo quartiere natale (Coyoacán, a Città del Messico) ma anche e soprattutto perché dietro a quegli scatti c’è l’occhio di un amico: Leo Matiz appunto, che la conobbe davvero nel corso degli anni Quaranta.

L’esposizione si fa testimone della storia del Messico, dei tumulti politici e sociali, intensamente vissuti da Frida e che per lei, nel suo mondo interiore, diventeranno tempesta. Qui Messico vuol dire Frida. E viceversa. E il nodo della mostra resta la vicenda privata dell’artista, a partire dall’incidente del 1925 (costretta a letto per molto tempo, inizierà a dipingere i primi autoritratti) fino alla relazione col pittore Diego Rivera. Così la lunga sequenza di immagini diventa per il visitatore una sorta di pellicola, di film sulla vita di questa donna appassionata. Un ritratto intimo, fatto di frammenti e schegge di vita quotidiana.

Si entra con eccitazione alla mostra. Si esce in punta di piedi. Come in punta di penna si è inteso scrivere questo pezzo.

Ph: Copertina Ennefoto
From Wsimag – ©Eva Alejandra Matiz and “The Leo Matiz Foundation”

Elisabetta Cerigioni

Elisabetta Cerigioni

Copywriter errante con la passione del dietro le quinte, la letteratura è il suo cavallo di battaglia ma la devozione per il palcoscenico la rende una docente atipica.
Elisabetta Cerigioni

Latest posts by Elisabetta Cerigioni (see all)

facebooktwitterpinterestmail

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × due =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>